Venezia

Ci sono due modi per visitare Venezia: seguire il flusso di turisti frettolosi che in poche ore segue un percorso prefissato scelto da circa 20 milioni di persone ogni anno, o uscire da questo percorso e provare a scoprire una Venezia meno da cartolina. Noi pensiamo che si possano fare entrambe le cose: arrivare a Piazza San Marco, godersi la gioia di trovarsi lì, in quel posto visto tante volte in fotografia, oppure salire sul Ponte di Rialto per ammirare il Canal Grande e combattere con la folla per potersi fare una foto ricordo.
Ma anche uscire dal luogo comune su Venezia per scoprire che ci sono luoghi straordinari anche in una città che di per sé è fuori da ogni ordinario. E questo lo si può fare solo entrando nei palazzi, non limitandosi ad osservarne le facciate. Succede così di entrare nelle Gallerie dell’Accademia, nella Scuola Grande di San Rocco o nella Chiesa dei Frari e scoprire opere magnifiche e architetture finissime, che raccontano la vera storia di Venezia, quella troppo spesso oscurata da un turismo da cartolina. In questa pagina vi consigliamo le 10 cose da vedere assolutamente a Venezia durante un week end o una vacanza più lunga. E’ una selezione forzata, ma pensiamo ci sia il meglio.

Piazza San Marco è il primo posto che viene in mente a tutti quando si parla di Venezia. Il grande piazzale su cui sorge la Basilica, con i piccioni in attesa di qualche briciola, è forse l’immagine più famosa di Venezia.

Piazza San Marco a Venezia
Piazza San Marco a Venezia

Visita il sito web: http://www.venezia.net

Prima dell’arrivo delle reliquie di San Marco e della conseguente costruzione della Basilica, quest’area era semplicemente un grande orto, attraversato dal rio Batario, poi interrato per volere del Doge Vitale II Michiel Piazza San Marco è l’unico spazio ampio di Venezia che ha il privilegio di poter essere chiamato “piazza”, mentre tutte le altre zone con questa caratteristica vengono chiamate “campi”. Negli anni della Serenissima Repubblica ospitava fiere, tornei, processione, e la caccia ai tori, mentre oggi è circondata da bar (molto) costosi, dove ci si può accomodare ed assistere in diretta al passaggio di turisti di tutto il mondo estasiati di tanta bellezza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.